Le Relazioni Extraconiugali spiegate!

By | aprile 18, 2018

le-relazioni-extraconiugali

Le relazioni extraconiugali fanno oramai parte del nostro contesto sociale: in realtà è sempre stato così, solo che essendo viste come “sbagliate”, spesso non se ne parla perché semplicemente non si confessano.

Questa coltre di mistero che permea i tradimenti, però, non fa altro che aggiungere ulteriore fascino al fenomeno, facendo sorgere domande su domande.

Ad esempio, perché uomini e donne tradiscono? Lo fanno in modo diverso, oppure le relazioni extraconiugali non cambiano in base al sesso? Inoltre: quanto durano le suddette relazioni? Un tradimento avviene solo per sesso, o può essere considerato una forma di “amore”? Infine: può un paio di corna salvare addirittura un matrimonio?

Oggi proveremo a spiegare le relazioni extraconiugali in ogni loro sfaccettatura possibile e immaginabile: mettiti comodo, e comincia a scoprire quanto abbiamo da dirti!

Le relazioni extraconiugali spiegate dal contesto sociale

Se hai letto il nostro articolo sulle scappatelle extraconiugali , sai già quanto il popolo italiano sia tendente al tradimento sotto le lenzuola. È una questione che investe soprattutto il nostro Paese, decisamente più cornificatore rispetto alle altre nazioni europee. Com’è possibile? In fondo i tradimenti, oggi più che mai, vengono posti in cattiva luce dalla società che ci circonda.

È la società stessa a dirci che gli incontri extraconiugali sono sbagliati, perché vanno contro il sacro concetto di matrimonio e di monogamia.

Quando si tratta di cuore e di sesso, però, non c’è proibizione che tenga: anzi, il fatto che siano “sbagliati” rende i tradimenti molto più elettrizzanti del normale. È una sorta di reazione anti-sociale: se non vi fossero tutti questi pareri negativi, sicuramente il tradimento eserciterebbe un fascino decisamente minore sulle persone.

Ti basti pensare alle società che accettano la poligamia: lì il concetto di tradimento non esiste, eppure vivono tutti felici e contenti. Tradire, dunque, non è di per sé sbagliato: il fatto che si dica che lo è, però, lo rende più eccitante e paradossalmente più frequente.

relazioni-extraconiugali

relazioni-extraconiugali

I tradimenti all’epoca di Internet

Come se non bastasse l’eccitazione del proibito come forte stimolo verso il tradimento, oggi Internet piazza un ennesimo carico da dieci. Sul web, infatti, è possibile trovare decine e decine di siti per incontri extraconiugali : in pratica, le corna si fanno sempre più spesso digitali (per modo di dire, visto che poi si consumano comunque sotto le lenzuola).

Il motivo è dato dal fatto che, grazie a queste piattaforme di dating, le scappatelle non sono più una chimera: chiunque – uomini e donne senza distinzione – può accendere il computer, aprire il browser, iscriversi su questi siti e cominciare a trovare tantissime opportunità per vivere un incontro proibito.

Lo stesso dicasi per i “tradimenti in mobilità”: basta usare le app di incontri dallo smartphone, oppure accedere a questi siti ancora una volta usando il browser. In sintesi estrema, tradire oggi equivale a bere un bicchier d’acqua!

Uomini & donne: il tradimento è uguale?

Cominciando ad approfondire la questione, una delle prime domande ad emergere è la seguente: uomini e donne tradiscono tutti alla stessa maniera, oppure esistono delle differenze sostanziali di genere?

In realtà la situazione è spesso diversa, soprattutto per quanto concerne le motivazioni che spingono entrambi verso una relazione vissuta al di fuori del matrimonio. Potremmo semplificare il tutto dicendoti questo: spesso gli uomini tradiscono per una “banale” questione di sesso, mentre le donne lo fanno per ragioni che vanno ben al di là della mera questione carnale.

Occorre comunque approfondire entrambe le situazioni, per avere una migliore panoramica delle differenze nei tradimenti fra uomini e donne.

La relazione extraconiugale per l’uomo

L’uomo ha un istinto animalesco spesso più marcato rispetto alle donne: in sintesi, tende a mettere più facilmente in secondo piano sentimenti e sensibilità, preferendo la concretezza dell’atto sessuale. Volendo estremizzare ancor di più, gli uomini tradiscono le mogli soprattutto per via della componente sessuale.

Le corna potrebbero dipendere dalla voglia di “variare il menu”, oppure dal fatto che la propria partner non soddisfa a letto o – peggio ancora – si nega spesso e volentieri. In questi casi, l’uomo semplicemente cerca una soluzione alternativa e non si concentra più di tanto sull’aspetto relativo ai sentimenti.

Ciò non significa che, a lungo andare, la questione non possa farsi anche sentimentale: capita di rado, ma anche l’uomo può invaghirsi di un’altra donna e tradire la moglie per una motivazione legata ai sentimenti. Nella maggior parte dei casi, però, il maschio tradisce solo ed esclusivamente per fare sesso.

Inoltre, c’è un’altra componente che merita di essere approfondita: il ruolo del maschio alfa. Possedere tante donne al proprio seguito, rappresenta una vera e propria affermazione sociale sugli altri uomini: il vero leader del gruppo, infatti, è colui che riesce a fare più conquiste.

Anche dopo essersi sposato, un uomo dominante avverte sempre questo stimolo: uno stimolo che spesso lo frega, perché lo spinge a vantarsi con gli amici. Non è un caso che le donne siano molto più brave a tradire in modo silenzioso, senza farsi scoprire. Gli uomini traditori, soprattutto se improvvisati e non “professionali”, si fanno smascherare proprio perché imprudenti e chiacchieroni.

La relazione extraconiugale per la donna

La donna è anch’essa un animale solo che, a differenza dell’uomo, è meno legata all’istinto e più “pensante”. In pratica, è difficile che una donna possa tradire solo per il piacere di fare sesso con altri uomini. Spesso la questione supera ampiamente il fattore carne, andando a coinvolgere l’emotività e la sua situazione psicologica.

Ad esempio, una donna potrebbe calarsi in una relazione extraconiugale con lo scopo di trovare una certa affinità mentale e caratteriale. Potrebbe farlo perché si sente frustrata, sminuita e messa da parte dal marito. Potrebbe anche essere animata da una voglia di perfida vendetta, visto che gli uomini quasi sempre inquadrano le corna come un vero e proprio affronto. È una sorta di riaffermazione di genere: una donna che tradisce, spesso lo fa con l’intento di riconquistare la propria libertà e la propria autostima.

Anche il fattore coinvolgimento emotivo cambia: un uomo di solito se ne frega dei sentimenti, perché ciò che gli preme è trovare un semplice partner sessuale per divertirsi. La donna è molto diversa: il sesso non basta per intraprendere una relazione sessuale, dato che anche cervello e carattere devono muoversi in sincrono. Agendo così, è molto più facile che scatti nella donna quella molla del sentimento, che agli uomini non scatta quasi mai.

Facendosi coinvolgere su più livelli, perché è questo ciò che cerca, la donna spesso si invaghisce del proprio amante. Se arriva a concedersi, quasi sicuramente prova dei sentimenti verso il proprio partner “alternativo”.

Relazioni extraconiugali: le conseguenze emotive

C’è un altro fattore che segna un solco di genere fra i tradimenti maschili e quelli femminili: le conseguenze sentimentali del gesto. Se hai seguito il ragionamento precedente, dovresti aver già intuito dove vogliamo andare a parare.

Un uomo sposato che tradisce non si affeziona quasi mai alla partner: ciò vuol dire che non corre il rischio di innamorarsi o altro. In tal senso, la donna dall’altro lato viene intesa come una sorta di oggetto sessuale. Di contro, questa donna potrebbe affezionarsi e accettare poi con difficoltà il ruolo di “ruota di scorta”.

La situazione per le donne traditrici è diametralmente opposta: essendo mosse non solo dal sesso, tendono ad affezionarsi al partner e a ricercare una vera e propria relazione alternativa. Lo fanno, però, stando dall’altro lato della barricata: sono loro che tradiscono il marito, dunque non cercano un rapporto ufficiale.

Questo tranquillizza gli uomini con i quali la donna tradisce il marito: a differenza delle donne, loro non chiedono che sesso e poco altro. La conclusione? Per un uomo a caccia di donne sposate la situazione è più semplice. Per un uomo che tradisce la moglie, invece, la situazione si complica un po’ per via delle potenziali reazioni dell’amante.

Quanto durano le relazioni extraconiugali?

Pur non esistendo una risposta giusta a priori, anche qui è il caso di partire da una differenza di genere. In base alle caratteristiche viste poco sopra, le relazioni extraconiugali di una donna tendono a durare per più tempo, alle volte anni.

Questo perché, come ti abbiamo già detto, le donne che tradiscono cercano affinità e non solo sesso: quindi di solito tradiscono con pochi uomini, e se trovano quello giusto, tendono a intrattenere una relazione duratura nascosta.

Gli uomini ragionano diversamente: essendo il loro tradimento un’occasione per provare “nuovi piatti”, tendono a stufarsi in fretta della partner, cercandone di nuove. In base a ciò, i tradimenti al maschile generalmente durano molto poco: si va dalla canonica botta e via, alle frequentazioni di qualche settimana.

Al massimo due o tre mesi. Anche qui, però, esistono le eccezioni: un uomo potrebbe invaghirsi di una partner, o semplicemente stare molto bene con lei, e tenerla come partner abitudinaria. È raro che accada ciò, però alle volte succede.

Un discorso completamente diverso va fatto per le coppie aperte: qui decadono componenti come il piacere del rischio, e il tutto si trasforma in un vero e proprio gioco di sesso. In sintesi, difficilmente si intrattengono relazioni extraconiugali stabili, preferendo gli incontri una tantum.

È un argomento molto complesso: se vuoi approfondirlo, puoi leggere questo articolo sulla psicologia degli scambi di coppia. Ti aprirà un mondo tutto nuovo, e magari potresti anche provare a coinvolgere il tuo partner, invece di tradirlo alle sue spalle!

Il tradimento può essere una forma di amore?

L’amore, quello vero, è un sentimento travolgente, che si muove nella clandestinità e che va contro tutto e tutti. Ti basti pensare al filone narrativo che include grandi classici come “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare. Sono in tanti a pensarla così: dunque il tradimento, di riflesso, può diventare una vera e propria forma di amore. Un amore puro e violento nella sua intensità, tanto forte da non badare ai canoni sociali.

Spesso, è proprio questo set di emozioni a rendere una relazione extraconiugale autentica espressione di amore, nudo e crudo. Non a caso questi sentimenti sono del tutto assenti in un matrimonio: anzi, spesso le nozze spengono entusiasmo e calore, rendendo la vita di una coppia noiosa e banale. Due aggettivi che il vero amore non contempla mai e poi mai.

Mettiamocelo bene in testa le relazioni extraconiugali fanno parte della nostra società da sempre, come diceva un famoso sociologo americano nei primi anni 50 sullo stile di vita degli abitanti degli stati uniti che le relazioni extraconiugali coinvolgevano almeno il 50% dei mariti prima dei quaranta anni e il 25% delle donne faceva la stessa identica cosa.

Detto questo vediamo come sono considerate nel 2018 cioè nei nostri giorni che può interessarci sicuramente di più’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *