Non riesci a trovare un ragazzo? I problemi di una donna Single

Solitudine, orologio biologico e fallimento nel trovare un ragazzo: semplicemente si tratta di cose che pesano a una donna single, e che possono fuoriuscire come l’acqua da una falla in una tubatura.

Chiariamo, però, un aspetto davvero molto importante, che merita una considerazione: la singletudine non è affatto una malattia dalla quale si deve guarire, a meno che una donna non cominci a viverla come un peso.

Essere single da sempre, quindi, potrebbe essere una scelta personale dovuta ai tanti vantaggi di questa situazione: a patto che sia, appunto, una scelta presa con coscienza.

Purtroppo nessuno dice che la vita da single  sia sempre rose e fiori: sono tanti i vantaggi che derivano da questa condizione, così come sono tante le difficoltà che una donna sola si trova costretta ad affrontare.

Ad ogni modo, essere donne single oggi è molto diverso rispetto ad alcuni anni fa: la pressione sociale si è infatti attenuata, così come l’obbligo di cercare un compagno per rompere lo status di “zitella”. Ai tempi i genitori avrebbero fatto a pugni con te, pur di costringerti alla ricerca di una relazione duratura: oggi questo non succede più, e dunque puoi vivere questo stato con maggiore rilassatezza.

Essere single da sempre: perché le donne decidono di rimanere tali?

Una donna che decide di rimanere single, e che da anni vive questa situazione, spesso lo fa con cognizione di causa: sebbene esistano delle cose che pesano a una donna single, i vantaggi di questa opzione possono facilmente bilanciare gli svantaggi.

Innanzitutto una donna che ha scelto di restare sola può vivere la propria vita senza il peso e gli obblighi relativi ad una qualsiasi relazione stabile: non deve rendere conto al proprio uomo di ciò che fa, ed è libera di prendere qualsivoglia decisione solo ed esclusivamente in base ai propri interessi.

Ovviamente i pro della vita da single sono tanti altri: si può scegliere di frequentare persone diverse, di avere relazioni estemporanee con alcune e con altre no, e di divertirsi in modo leggero. Il tutto senza impegni a lungo termine o pericolose promesse fatte al proprio partner.

Questa è una scelta che è anche un riflesso dell’emancipazione della donna appartenente ai tempi moderni: nessuna di noi ha bisogno di un uomo accanto per sentirsi completa, né la felicità è necessariamente legata ad un fidanzamento o ad una relazione seria.

Quante coppie vivono il rapporto in modo negativo e dannoso? Quante decidono di separarsi o di divorziare fra mille sofferenze e mille difficoltà? Una donna single vive in funzione di se stessa, sapendo che queste cose a lei non capiteranno.

Fra le altre cose, una donna single ha tutto lo spazio e tutto il tempo per ambire al raggiungimento dei propri obiettivi, siano essi personali o professionali: in altre parole, ha l’occasione di realizzarsi senza per questo scendere mai a compromessi col proprio compagno.

Le cose che pesano a una donna single

Come ti abbiamo detto poco sopra, però, vivere da single non è come mandar giù un bel bicchiere d’acqua fresca. È una vita che ha le sue spine, con le quali dovrai fare i conti ogni giorno, imparando a conviverci e a “proteggerti le dita” dalle loro punture.

Ciò vuol dire che anche una donna sola per scelta deve, ogni tanto, fare i conti con qualche naturale ripensamento: alle volte basta un’immagine, o un semplice pensiero, per trasformare questa decisione in un’incertezza.

Essere single da sempre, difatti, richiede lo sviluppo di qualche anticorpo, in grado di lottare contro il virus del dubbio. Quali sono le circostanze che potrebbero farti vacillare, e che dovrai conoscere per poterle sconfiggere?

La natura: quando l’orologio biologico chiama

Una donna, superata la trentina, sente dentro di sé un bisogno ancestrale che la spinge verso la procreazione. È stata Madre Natura a instillare in noi questo desiderio recondito, al di là delle nostre scelte di vita: dobbiamo imparare a domare gli istinti e fare i conti con questa spinta verso la procreazione.

Perché la natura è stata così “cattiva” con noi? Non si tratta di semplice perfidia, ma di uno stimolo necessario per garantire la prosecuzione della specie.

Siccome nel 2018 la densità della popolazione è l’ultimo dei nostri problemi (siamo fin troppi su questa terra), tu dovrai imparare a mettere quello stimolo da parte, quando emerge e comincia a infastidirti come una zanzara. A patto che sia questo il tuo desiderio, perché potresti anche cambiare idea.

L’orologio biologico, però, sa anche come infastidirti da un punto di vista sociale. Sebbene oggi le donne siano molto più libere rispetto a qualche decina di anni fa, in tanti continuano a far pesare alle donne single questa cosa.

In pratica, superata la 30ina, le amiche già accasate e con 10 figli a carico sicuramente ti diranno: “Com’è possibile che una bella ragazza come te sia ancora single?

Non lo senti il ticchettio del tuo orologio biologico? Metti al mondo un figlio, finché sei in tempo!”. Una specie di sentenza emessa da un tribunale al quale vorresti sempre sottrarti: nessuno ha richiesto loro un parere, ma tu sarai costretta a sorbirtelo comunque, anche in pubblico!

Anche la nonna, bonariamente, potrebbe dirti “Datti una mossa!”: lei lo dirà perché appartiene ad una generazione completamente diversa dalla nostra, volendo semplicemente il tuo bene.

Se anche le persone che ti stanno molto vicine ti dicono questo, senza intenti perfidi e senza superficialità, tu devi comunque imparare a resistere: hai scelto di restare single per essere libera, e devi continuare a pensare a te stessa come tale, senza farti imporre alcun tipo di giogo o catena.

Se è frutto di una tua scelta personale e ponderata, devi anche accettare il fatto che i tuoi genitori non avranno il tanto agognato nipotino: se hai un fratello o una sorella sarà più facile, se sei figlia unica preparati a forgiare il tuo carattere nel fuoco!

Quando il cuore si commuove alla vista di una coppia di anziani

Ammettiamolo: non esiste niente di più tenero di una coppia di anziani che si tiene per mano in mezzo alla strada. Quando li incroci, senti il tuo cuore aprirsi e spaccarsi a metà: essere single da sempre, infatti, significa anche saper convivere con il fatto che tu non proverai mai quella sensazione.

Ovvero cosa si prova nello stare in coppia per così tanti anni, arrivando ad una certa età con l’amore che sorregge tutti i malanni del corpo e dello spirito. Soprattutto quando superi i 30 anni, queste scene ti portano a riflettere profondamente. Ti capiterà sempre più di frequente, ed è in questo momento che dovrai porgerti una domanda: rimanere single è davvero quello che desideri?

Nessuno ti vieta di cambiare idea: di certo non lo faremo noi. Come ti abbiamo già detto la singletudine non è una malattia, ma non lo è neanche il pensiero di voler trovare un partner con il quale condividere gioie e dolori della tua vita.

Se perduri nella tua scelta, se senti che il tuo vero Io ti spinge a continuare verso la strada da single, puoi consolarti pensando questo: le gioie della vita di coppia sono belle e importanti, ma lo sono anche le gioie della vita da donne single.

Ovviamente si tratta di gioie completamente diverse, che potrebbero essere prioritarie per una single incallita e cosciente delle sue scelte come te.

Così come potrebbero diventare pesanti da digerire per una donna non proprio convinta della singletudine. Inoltre, lungo il corso dell’esistenza si può anche cambiare: puoi goderti tutte le bellezze della vita da single e poi decidere di voltare pagina, quando senti che i tuoi bisogni si sono evoluti.

Ecco perché abbiamo scelto di chiudere spiegandoti cosa ti perderai scegliendo un’esistenza da sola.

Potrai avere successo, goderti la vita e avere mille gioie: le stesse che potresti avere vivendo da sola. Di contro, da single, non potrai condividerle con la persona che hai scelto per stare al tuo fianco.

Una persona che sarà sempre pronta per sostenerti, quando affronterai qualsiasi difficoltà. Se sei una donna forte, consapevole di ciò che sei e determinata, non ne avrai comunque bisogno: ricordati che le relazioni, seppur importanti, non fanno di te una donna migliore o più completa.

Queste due caratteristiche sei solamente tu a poterle determinare!

Inoltre, devi considerare che trovare l’amore non è poi una passeggiata: è una missione che bisogna desiderare con tutto il cuore, che dovrà essere sostenuta anche da un pizzico di fortuna. Trovare un partner per la vita, con il quale invecchiare, non è cosa di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *