Single: Le Domande Scomode

By | maggio 3, 2018

Single-Le-Domande-Scomode

A chi non è capitato (anche più di una volta) di subire la domanda più scomoda che una persona non in coppia possa sentirsi rivolgere?

“Perché alla tua (veneranda) età sei ancora single?”

Diciamoci la verità, a chi è single questa domanda dà molto fastidio, e indispettisce soprattutto quando a fartela è qualche simpatico membro della tua famiglia, che nonostante l’affetto che sicuramente prova per te non vede l’ora di metterti in imbarazzo più che altro per capire quando sfornerai un bel bimbo post o pre matrimonio. Vi ci ritrovate vero?

Anche secondo i più grossi portali di incontri per single tra cui CercoSingle.com e Meetic che hanno effettuato delle interviste ai propri iscritti più del 70% dei single è molto irritato da domande che indagano sul proprio status sentimentale provocando spesso anche una sorta di “ansia da ricerca del partner”. Non è sicuramente una cosa bella e voi certamente siete d’accordo.

Oltre alla domanda canonica del “perché sei ancora single” troviamo in seconda posizione un’altra domanda scomoda ma molto comune e cioè:

“Ma forse hai troppe pretese? Cerca di abbassarle!”

La reazione più comune a questa domanda è quella di sentirsi offesi e sottovalutati, che ne può mai sapere il nostro interlocutore su cosa ci sentiamo di meritarci e cosa soprattutto troviamo ogni giorno nel mondo la fuori come possibili e papabili partner (molto scarsi a dire il vero …no?)

Inoltre amici e parenti invadenti dopo aver effettuato queste incursioni nella vita privata del single bersaglio iniziano normalmente a suggerire partner più disparati come se fossero un’agenzia matrimoniale casalinga tentando di organizzare appuntamenti con improbabili partner che se fosse per voi non guardereste neanche e il bello è che di solito avvengono (se cedete ovviamente) quasi al buio con i risultati che potete immaginare…nulli, insomma una perdita di tempo.

In questo articolo quindi noi della Notte di Venere portate dedicato a tutti i single italiani vogliamo analizzare le risposte e i modi di reagire più comuni tra chi sottosta q euste situazioni sperando di chiudere per sempre la bocca dell’impertinente parente o amico che sia!

Vediamo quindi i single italiani come reagiscono per arginare il fenomeno delle domande scomode:

Il 52% rende evidente il proprio stato di disagio e di fastidio provocato dalla domanda impertinente

Il 33% invece utilizza battute umoristiche per rispondere a tono senza offendere ma inviando un messaggio chiaro e preciso. Risposta umoristica tipo “sono single perché non ho voluto accontentarmi come hai fatto tu!”

Il 10% invece se ne esce in modo agevole decantando quali sono tutti i pregi dello status di single in modo da rendere praticamente l’interlocutore quasi invidioso di non poter vivere la vita liberamente come fanno di norma le persone non in coppia.

Il restante 5% invece reagisce in modo relativamente violento arrabbiandosi e mandando a quel paese l’intervistatore cosa che noi ovviamente vi sconsigliamo per i nefasti effetti sociali che potrebbe avere un comportamento del genere 😉

Insomma alla fine sembra che la via migliore per incontrare qualcuno di interessante e non dover più sottostare alle scomode domande di parenti e affini sia frequentare qualche chat di incontri e provare di nuovo a rimettersi in gioco sperando nell’anima gemella virtuale che poi si trasforma in reale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *