Category Archives: Vita Da Single

In questa sezione trovate raccolti tutti gli articoli che riguardano i single e la vita dei single, con consigli curiosità e notizie divertenti e utili raccolte in giro per li web o scritte dai nostri articolisti appositamente per voi single italiani! Buona lettura!

Chi paga al primo appuntamento tra single?

Chi dovrebbe pagare ad un appuntamento? L’uomo o la donna? Il dibattito su questa questione potrebbe probabilmente durare per anni, senza trovare una risposta che sia giusta o sbagliata a priori: per questo motivo abbiamo deciso di prendere in considerazione ogni aspetto di questo argomento, per permetterti di capire un po’ meglio come affrontare uno dei dubbi più imbarazzanti di un appuntamento! 1. Paga il ragazzo sempre e comunque Tradizionalmente dovrebbe essere sempre il ragazzo a pagare ad un appuntamento: questo è un retaggio dei tempi in cui era l’uomo a portare i soldi a casa, mentre la donna si occupava semplicemente delle faccende domestiche e non aveva dunque un reddito. Ancora oggi un ragazzo che paga ad un appuntamento viene visto come un cavaliere, e molte donne pretendono questo gesto da parte sua. Altre, invece, non accettano che sia sempre l’uomo a occuparsi del conto, perché lo vivono come un insulto personale! 2. Paga chi ha fatto il primo passo Forse la regola più intelligente e moderna per stabilire con certezza, e senza dubbi last-minute, chi debba pagare il conto ad un appuntamento. In pratica, il pagamento tocca a chi ha fatto il primo passo, dunque a chi ha invitato l’altro ad uscire: questo significa che non importa il sesso, ma la proposta vera e propria! 3. Si paga alla romana Un altro modo molto discreto per risolvere il dubbio di chi paga la cena, è pagare alla romana: ovvero dividere il conto e fare a metà. Si tratta probabilmente della soluzione migliore per un primo appuntamento, considerando il fatto che non esiste ancora una relazione e dunque nessun obbligo verso il partner: inoltre, pagare alla romana aiuta a rendere l’appuntamento più morbido e privo di sottintesi! 4. Chi paga al primo appuntamento? La maggior parte delle donne pensa che debba essere il ragazzo a pagare al primo appuntamento, perché così vuole la tradizione e perché è molto romantico e cavalleresco: spesso è così che avviene, anche perché solitamente è il ragazzo a chiedere alla ragazza di uscire, dunque viene rispettata anche la regola del primo passo! In realtà questo gesto è realmente romantico solo quando spontaneo: forzare un ragazzo a pagare il conto, facendogli pressione psicologicamente, è una cosa barbara e orribile. Inoltre, una donna dallo spirito indipendente potrebbe preferire una soluzione fifty-fifty: pagare alla romana, dunque, è spesso la cosa migliore! 5. Come ricambiare? La cosa più bella, quando un uomo o una donna si offre spontaneamente per pagare il conto, è ricambiare questo gesto pagando per qualcos’altro, come ad esempio un aperitivo, l’ingresso in un locale o il parcheggio. È un modo molto più romantico e genuino per fare fifty-fifty, e per vivere la questione più come un piacere che come una preoccupazione!

Facebook la nuova frontiera del dating

La storia degli incontri online parte dalle chat testuali come mirc e icq negli anni 90 per passare ai siti di incontri degli anni 2000 fino ad arrivare ai nostri giorni in cui lo strumento principe per fare conoscenze online è diventato il nostro amato/odiato e onnipresente Facebook. Tante sono le storie di amore nati grazie a questo grande fratello su cui ognuno di noi riversa tutta la propria vita in forma di fotografie, video e pensieri. Come è successo che Facebook si è trasformato almeno parte in un crocevia di storie d’amore? semplice tramite la funziona potresti conoscere anche….che presenta ad ognuno di noi una sfilza di fotografie di amici degli amici o di persone in qualche modo collegate a noi che sono diventate la fonte inesauribile di nuove amicizie e nuovi partner. Ma non solo…sono diventate anche fonte di matrimoni finiti storie che saltano in quanto la richiesta di amicizia e diventata un grimaldello per entrare a gamba tesa tramite un messaggio testuale nella vita di persone non sempre single con tutto il conseguente scompiglio che ne può derivare. Molte coppie infatti per difendere se stesse dal grande fratello di incontri a casaccio si cancellano o creano profili comuni per evitare che di ritrovarsi in situazioni di “pericolo”. Per quanto possa essere solida una coppia stuzzicare il can che dorme non è mai una buona cosa e magari cogliere un partner in un momento di crisi di coppia che poteva essere momentaneo porta invece a spiacevoli conseguenze. Come dicevamo all’inizio fortunatamente non è sempre questo il caso. A volte Facebook favorisce l’incontro tra single senza impegni che in questo modo bypassando i classici siti e app di incontri si conoscono prima virtualmente avendo anche a disposizione sotto gli occhi tutta o quasi al vita dell’altro e poi realmente con meno incertezze rispetto ad un limitante e classico sito di incontri che al massimo può’ contenere un profilo e qualche foto ma certamente non tutta la mole di informazioni che ci spiattella il nostro social preferito. Inoltre la fiducia che ci ispira un profilo amico di amici è certamente maggiore e favorente all’incontro senza particolari preoccupazioni. COncludiamo qu esto articolo dicendo quindi che facebook è uno strumento pottentissimo che ben usato può veramente essere utile anceh nel caso in cui si cerchi lìamore e un nuovo partner a patto di rispettare le sue regole (chi invia troppe richiste di amicizia troppo rapidamente viene bloccato dal social) e sopratutto senza andare a “rompere” coppie e situazioni che sono magari il risultato di anni di sacrifici e dedizione.

Il primo appuntamento del single

Diciamocelo sicuramente trovare un partner con cui avere un appuntamento che ne valga la pena già’ e’ una cosa abbastanza difficile, ci vuole anche un pizzico di fortuna e di impegno nella ricerca (non credete mai chi sostiene di non cercare mai nulla nella vita soprattutto nel campo amoroso, tutti sono alla ricerca del partner diciamo più’ adatto) ma una volta trovato ( ormai quasi sempre tramite un sito di incontri per single) non e’ mica finita qui!

Bisogna organizzare il primo incontro e se magari siamo arrugginiti un pochetto dalla nostra precedente inattività amorosa e sessuale la preoccupazione aumenta ancora di più’ tanto più’ si avvicina il momento dell’ appuntamento che di solito si svolge in un bar o per strada in luogo pubblico ad orari che oscillano tra il post lavoro (1830/19) fino alla sera ma di solito non di notte fonda e si comprende il perché’.

I 3 errori delle mamme single negli incontri

Sono una mamma single da cinque anni e vorrei dare dei consigli alle donne che si trovano nella mia situazione e cioè volere vivere la propria vita da single ma compatibilmente con i compiti di mamma separata con figli.

Io amo essere madre ovviamente ma essere single in contemporanea e’ in effetti una sfida abbastanza complessa. Dopo il divorzio con due figli di 4 e 11 anni entrare nel mondo degli incontri online mi spaventava terribilmente, rimettermi in gioco con le limitazioni dei miei orari e della necessità di accudimento dei miei figli non i sembrava una cosa possibile, incompatibilità allo stato puro.

La Singletudine

Si mi è venuto da ridere quando per la prima volta ho sentito usare questo termine da un amico. Il caro non estinto mi disse “sai ho la singletudine”.

E cosa mai sarebbe chiesi ovviamente io. Detto fatto questa fu’ la risposta : La singletudine è quello stadio della coscienza in cui ci si rende conto che si può’ vivere anche senza una compagna o compagno fisso e senza figli e…bene! Di solito coglie gli uomini verso i 35/40 anni di età e le donne un po’ più’ tardi ( di solito quando hanno rinunciato per questioni fisiologiche ad avere figli).

Uomini single e testosterone

L’ ormone maschie per eccellenza il testosterone e’ di aiuto ai maschi nel rivaleggiare con altri pretendenti  nel periodo di massima fertilità. Ma ad un certo punto questo delicato e desiderato ormone inizia inesorabilmente a calare nel caso dell’uomo sposato in quanto sembra che questo caso sia dovuto al rapporto che e esiste tra testosterone basso e attenzione alla prole. Cosa che invece come dicevamo non accade nell’uomo single senza ovviamente figli. Questi dati provengo da una ricerca effettuata dalla Worcester University (Regno Unito). Secondo al ricerca gli uomini impegnati da oltre un anno con la stessa partner iniziano già a subire un calo di testosterone cosa che si accentua con il passare del tempo , per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno intervistato 75 uomini di età compresa tra i 22 e i 43 . I dati sonostati calcolati tramite analisi del livello ormonale e hanno infine dimostrato che il massimo calo di 1/3 del livello di testosterone negli uomini non single arriva al concepimento della prole da parte della compagna! Uomo avvisato ormone salvato!

Ragazze single da conoscere

le ragazze single da conoscere dove è possibile trovarle? è a questa domanda che intendiamo rispondere in modo preciso ed esaustivo che chi ci segue da tempo sa’ essere una nostra caratteristica distintiva. Bene come dicevamo i luoghi virtuali dove ci sono piu’ ragazze single da consocere sono nell’ ordine , forum, chat e siti di incontri per single.
Analizziamoli uno ad uno insieme per vedere quali sono i pro e i contro delle singole possibilità:

Sono single da anni perchè?

I single incalliti (cosi si chiamano i single da anni) sono in numero sempre crescente, di solito ci si inizia a preoccupare di essere “troppo” single quando ci si avvicina ai 40 anni per gli uomini e 35 per le donne.

ma perché’ sono ancora single?

E’ importante essendo single da anni saper gestire l’improvviso desiderio di trovare un partner in quanto la ricerca non deve essere assolutamente “a tutti i costi”.

Single a rimorchio nei matrimoni

Spesso da single andare ad un matrimonio dove c’e’ la classica vecchia coppia di amici che corona il loro stupendo sogno d’amore e’ altamente deprimente e tende a far virare la giornata al suicidio post cerimonia.
E’ un dato di fatto ma visto che dobbiamo anzi dovete andarci perforza vediamo di scovare almeno uno e diciamo uno solo aspetto positivo in modo da sopportare meglio le scarpe strette e il sorrido imbalsamato difronte all’altrui diciamocelo invidiata felicita sentimentale.

Matrimoni per single? In Giappone si può

Hai passato i trent’anni e tutti, dagli amici alla famiglia, ti pongono sempre la fatidica domanda: “ma quando ti sposi?”. Vagli a spiegare che tu ti sposeresti anche, se solo trovassi un partner… e che trovarlo non è così facile come sembra!
Ad ogni modo, nessun problema! Da oggi puoi sposarti anche da single! Sembra una di quelle bufale che circolano su internet, invece è tutto vero…